La rivoluzione di OTTOBRE - Visto per la Russia

La rivoluzione di OTTOBRE

go site Oggi 7 novembre 2017 si celebra il centenario della Rivoluzione di ottobre che spazzo via la dinastia dei Romanov, con l’avanzata dei Bolscevichi capeggiati da Lenin, Vladimir Il’ič Ul’janov. I primi segni che qualcosa stava cambiando in Russia si ebbero già dall’inizio del 1917 con la Rivoluzione di Febbraio dove spontaneamente i cittadini insorsero e destituirono i Romanov e venne istituito il Soviet di Pietrogrado ed un Governo provvisorio non composto però dai bolscevichi ma solamente da menscevichi e socialrivoluzionari, ma con il ritorno in patria dall’esilio di Lenin cominciarono a farsi sempre più presenti le idee molto più socialiste, nel frattempo con i contrasti creatisi per le discussioni sulla grande guerra tra il Soviet ed il governo temporaneo crebbero le idee di movimenti operai che supportarono sempre più le idee Bolsceviche, nel frattempo si elesse il Comitato Esecutivo Centrale che aveva posizioni molto più moderate rispetto alle idee socialiste. Nel luglio però tutto subii un’accelerazione con i Bolscevichi che presero la testa di un corteo antigovernativo che venne respinto con forza dal governo temporaneo e cominciarono le repressioni verso i Bolscevichi. Nonostante un cambio al governo nell’agosto del 1917 il governo decise di reprimere il Soviet ma venne fermato da una insurrezione popolare composta da operai e da soldati spinti dai Bolscevichi. Cominciarono quindi a prendere sempre più peso i Soviet soprattutto quello di Pietroburgo diretto da Trockij. Già da settembre Lenin e Trockij ritenevano fondamentale non perdere l’occasione della rivoluzione socialista deliberata il 10 ottobre (calendario Giuliano) dal Comitato Centrale. Il 24 ottobre (attuale 6 novembre) con il famoso colpo di cannone sparato dall’incrociatore “Aurora” i soldati, gli operai armati chiamati anche “Guardie Rosse” ed i marinai della “Flotta del Baltico” iniziarono la loro occupazione e la mattina del 25 ottobre (attuale 7 novembre) Lenin e Trockij dichiararono decaduto il governo temporaneo, la sera stessa occuparono il palazzo d’Inverno ed arrestarono tutti i ministri. Contemporaneamente presso lo Smol’nyj si insediò il Congresso dei Soviet e fu cosi instaurato il nuovo stato Sovietico. Il 26 ottobre si insediò anche il Sovnarkom guidato da Lenin e controllato dai soli Bolscevichi che immediatamente come primo atto requisirono le terre per poi essere redistribuite al popolo.

here

rencontre filles espagnol  

go site
Recent Posts